Storia

STORIA della CASA “MARIA AUSILIATRICE” di ALASSIO

La casa fu aperta con lo scopo principale di accogliere l’Oratorio festivo, iniziato con tanti sacrifici e preghiere dalle Suore della Casa salesiana già dal 1932. Si può asserire che l’Oratorio in Alassio fu il sogno di tutte le FMA che si succedettero nel Collegio salesiano.

Difficoltà di indole morale e mancanza di locale adatto non permisero di sviluppare l’Opera tanto desiderata.

L’Istituto ebbe inizio nel 1947 con un Oratorio Festivo Femminile ambulante, sfrattato da diverse sedi, proprio come ai tempi di Don Bosco, per il troppo chiasso che disturbava la quiete pubblica.

Così, dal parco di Villa Romana al sagrato della Chiesa di San Vincenzo Ferreri, dal giardino dell’ex collegio delle Dame Benedettine a Costa Lupara, dall’orto della famiglia Balduzzi-Campanella al piccolo giardino del collegio dei salesiani, dal quale si approda finalmente al “Campo Oratoriano” inaugurato il 30 ottobre 1949, dove la direttrice Sr. Maria Garberoglio e le sue Suore possono offrire alle ragazze che accorrevano sempre più numerose presso di loro, una sede stabile: uno spiazzo ben ripulito, molti alberi e ortaggi.

Un capannone in legno costruito a poco a poco servirà da aula catechistica, palestra e teatrino e mentre una striscia del terreno acquistato serviva per giocare, la parte rimanente continuava ad essere coltivata ad orto. Pesche, albicocche, carciofi, insalata e pomodori, con la loro vendita al mercato, costituivano un modesto, ma sicuro reddito che le eroiche suore si industriavano di integrare con il ricavato della vendita di stracci, carta, ed anche ossa già usate per il brodo… per coprire le spese.

Conquistata da tanto spirito di sacrificio per amore della gioventù alassina, la Signorina Annettina Bonifai, nel 1954 (Anno Mariano) dona per la costruzione dell’Oratorio tutto il suo avere, accumulato con una vita laboriosa e semplice.

Per una serie di difficoltà i lavori si poterono iniziare solo nel luglio del 1959 con la realizzazione di una parte dell’edificio progettato. Nel marzo 1962 avviene l’inaugurazione alla presenza del Vescovo di Albenga e dell’indimenticabile Madre Elba Bonomi

Si diede inizio alla scuola Materna, nell’estate alla Colonia Estiva e nel 1964-65 alla Scuola Elementare. Negli anni 1966-67 si fece un primo ampliamento: Cappella e salone asilo -2 aule (verso Corso Diaz e relativi scantinati.)

Nel 1969-70 ci fu un secondo ampliamento: fabbricato ad uso colonia (due piani), a pianterreno il salone-teatro rimasto incompleto per mancanza di mezzi. Nell’estate 1972 si accolgono i primi gruppi di colonia estiva.

Nel 1973 viene ultimata la palestra situata nella nuova costruzione.

Nel 1990 viene completato il salone-teatro

Oggi la struttura si estende a confine delle vie Diaz, Mameli, Sollai, Paganini e costituisce la sede dell’Istituto Maria Ausiliatrice dove ogni mattina le aule della scuola materna ed elementare si riempiono di bambini, mentre nel pomeriggio si animano i cortili, le palestre e i saloni per le attività formative e ricreative del tempo libero: sport, musica, informatica, attività espressive, recitazione, impegno sociale.

Con noi Suore lavorano educatori laici, genitori, giovani, ex allieve ed ex-allievi: insieme vogliamo fare della nostra casa un ambiente educativo in cui si vive il Vangelo nello stile gioioso di Don Bosco.

Attualmente le opere della Casa sono:
Scuola dell’INFANZIA
Scuola Primaria
Attività Estive: Estate Ragazzi – Colonia
Unione Exallieve
Catechesi in Parrocchia
Attività sportive

Photogallery

OPERE DELLA CASA

Scuola Materna “Laura Vicuna”

La Scuola Materna è paritaria dal 2002 ed è quindi in linea con quanto è richiesto da tale riconoscimento. E’ attualmente formata da tre sezioni divise in base all’età dei bimbi.
Il coordinamento educativo-didattico è affidato alla Direttrice. Operano 4 maestre laiche supportate da una F.M.A.

La scuola è molto apprezzata nella città.
L’orario copre l’arco della giornata: dalle 9.00 alle 16.30.
Ai genitori, impegnati nel lavoro, viene data la possibilità del pre-scuola (dalle 7.30).
Il servizio mensa è interno e garantisce qualità.
Viene richiesta alle famiglie una quota di iscrizione e un contributo annuale, diviso in 3 rate che si adegua alla situazione economica del momento.
Le feste, gli incontri di carattere formativo – pedagogico che vengono offerti ai genitori nel corso dell’anno, i colloqui informali con le maestre, sono aspetti curati per offrire anche agli adulti contenuti validi e profondi per una crescita insieme.
Nel mese di luglio, in considerazione che Alassio vive sul turismo specialmente estivo, per andare incontro alle famiglie l’Istituto offre l’Estate Bimbi: i bimbi vengono accompagnati alla spiaggia con i pulmini – taxi dove fanno il bagno e giocano sulla spiaggia. Dopo  il pranzo, un po’ di riposo , gioco e simpatici laboratori manuali e creativi
La Scuola dell’Infanzia è convenzionata col Comune di Alassio che ogni anno dà un contributo per la Scuola.

Scuola primaria: Maria Ausiliatrice

La Scuola elementare (la classe 1^) ebbe inizio nel 1965/66 come scuola privata autorizzata; progressivamente si arrivò alle cinque classi affidate a insegnanti suore. La scuola rimase privata per tanti anni ed ogni anno si doveva richiedere l’autorizzazione per il funzionamento al Provveditore agli Studi.
Nel 2000 la scuola diventò Parificata e nel 2002 diventò Paritaria. La Coordinatrice attualmente è una Suora, le insegnanti tutte laiche. L’insegnamento della Religione è affidato ad un insegnante con i titoli richiesti dalla Curia Diocesana e all’odierna direttrice della casa.

L’orario mattutino risulta così programmato:
7,40 – 8.20 pre-scuola
8,30 – 12,45  scuola / attività

Le 5 classi hanno il rientro obbligatorio il lunedì, mercoledì e giovedì  dalle 13,55. alle 16.00.

Nei pomeriggi in cui non c’è il rientro c’è la possibilità del doposcuola, momento di verifica e di studio assistito o dalle insegnanti di classe o da doposcuolista.

Dalle 16.00 alle 17.00  sono offerti  alcuni laboratori opzionali: inglese, creatività, cucina, danza, sport che variano di anno in anno..
Il contributo mensile si adegua all’andamento economico generale.
Anche la Scuola Primaria è servita dalla mensa interna. Gli Organi collegiali e il Consiglio della Scuola funzionano regolarmente e sono preziosi strumenti di confronto e di verifica.
In questi ultimi anni le famiglie hanno potuto godere di una Borsa scolastica dalla Regione Liguria come rimborso a una parte delle spese sostenute per iscrizione e frequenza. Tale rimborso è proporzionato al reddito delle famiglie. Alcune famiglie hanno potuto usufruire di questa opportunità e avere un aiuto.
Per i genitori ci sono nell’anno, oltre alle assemblee di classe, ai colloqui con le maestre, alcuni momenti formativi di carattere pedagogico-educativo-spirituale, alcuni momenti celebrativi, di preghiera e di festa: occasioni buone per crescere nella fede e nell’identità di genitori-educatori.

Photogallery